Galleria

fashion week, red carpet e dintorni

Dovrei essere soddisfatta e piena di argomenti dopo questa indigestione di sfilate delle ultime settimane. Ne manca una – Parigi – ma a questo punto la mia attenzione è calata e i francesi non c’entrano. Perché la delusione, dopo aver visto qualcosa di vecchio e stanco dalle passerelle di Milano e prima ancora Londra e New York, è ancora fresca. In più, anche il bombardamento mediatico delle Sfilate degli Orrori che si sono svolte sui red carpet dei Golden Globes e degli Oscar 2015 – salvo parte rarissime eccezioni – mi hanno fatto venire voglia di digiuno. Però non è tutto da buttare, anzi. Riguarderò le collezioni del prossimo autunno/inverno con calma; intanto ecco qualche dettaglio che mi è piaciuto, partendo da Ferragamo.

00260h_426x639   00180h_426x639

00720h_426x639   00380h_426x639

00800h_426x639   00150h_426x639

00230h_426x639   00160h_426x639

Immagine

zig zag zoom!

Lo zig zag è il motivo dominante. I tessuti sono lucenti e metallici, i colori tra i più belli visti sulle passerelle della primavera/estate 2015 e le linee sono grintose e moderne. Il tutto ricorda la migliore (pop) art di Warhol. Versace è tornato a brillare.

00600h_304x456  00660h_304x456  00770h_304x456

00810h_304x456  00940h_304x456  00980h_304x456

Versace primavera estate 2015

Immagine

straordinariamente normale

tumblr_lxycar3ftt1r61tiqo1_500

Ci sono alcuni film che ho visto da bambina che in qualche modo mi hanno influenzata molto di più di tantissimi altri visti fino ad oggi. Tra questi ce ne sono almeno un paio con Meryl Streep, in particolare quelli di inizio carriera tra la fine anni ’70 e inizi ’80. Quello che mi ha sempre colpita, oltre certamente alle sue strepitose interpretazioni, è il suo stile e la sua allure, così normale eppure così magnetica da rimanere impressa nel mio immaginario.

10_vladimir_restoin_roitfeld_favorite_actress_meryl_streep

mstreep01_v_7aug09_rex_